Curiosity fotografa rocce viola sul Pianeta Rosso

Le ultime spettacolari foto riprese dal rover Curiosity su Marte mostrano formazioni rocciose di colore viola in una vasta aerea al di sotto del Monte Sharp.

apremsl_sol15161curiosity-360-view-virtual-reality_12bagnold_dunes_close_mars3whale-rock-curiosity-rover_14curiosity-rover-mars-dunes1_15pia18074_17pia19083_mcam01589_sol38711pia208408pia18387_chemcam_lebanon_1Approfondimenti
apremsl_sol1516

Il colore viola. In questa area al di sotto del Monte Sharp si notano formazioni rocciose di colore viola. Secondo gli scienziati, significa che negli strati di roccia che compongono il rilievo marziano vi è una rilevante presenza di ematite. Questa è solo l'ultima delle tantissime spettacolari immagini marziane che il rover Curiosity della Nasa ha inviato da quando, più di 4 anni fa, è atterrato sul cratere Gale. Vediamo in questa gallery le foto più significative.
 
# Vedi anche: Curiosity: l'esplorazione di Marte

1curiosity-360-view-virtual-reality_1

A 360 gradi. Questa immagine a 360° del rover Curiosity mostra a sinistra la duna Namib che si trova sul fianco nord-occidentale del monte Sharp (sullo sfondo), un rilievo di 5,5 km di altezza all’interno del cratere Gale.
 
# Vedi anche: Nasa: il rover 2020 per Marte

2bagnold_dunes_close_mars

La duna Namib. Una delle immagini più dettagliate della gigantesca duna Namib. La superficie della duna è molto scura perché vi è un’alta percentuale di granelli composti soprattutto da olivina e pirosseno, minerali per lo più scuri, presenti nelle rocce vulcaniche marziane di tipo basaltico.
 
# Vedi anche: La nuova perforazione del rover Curiosity

3whale-rock-curiosity-rover_1

Rock Whale. Questa strana formazione, soprannominata "Rock Whale" dagli scienziati, conferma che il cratere Gale, dove il rover è atterrato nel 2012, era un grande lago.
 
# Vedi anche: Acqua su Marte, l'annuncio della Nasa

4curiosity-rover-mars-dunes1_1

Il selfie di Curiosity. L'autoritratto del rover della NASA davanti alla duna Namib che si trova in una vasta area di dune, chiamata Bagnold. Dalle sonde in orbita, le dune erano state viste "muoversi" anche di un metro l’anno per effetto del vento marziano.
 
# Vedi anche: Come fa Curiosity a "farsi i selfie" che sembrano scattati dai marziani?

5pia18074_1

Le rocce di Kimberley. L'immagine (tridimensionale) della formazione “di Kimberley” su Marte. Kimberly è una regione piena di affioramenti rocciosi collinari. Al momento dello scatto, il rover si trovava in una valle in direzione del monte Sharp, che appare all'orizzonte a sinistra.
 
# Vedi anche: Le ultime foto di Curiosity

7pia19083_mcam01589_sol387

Monte Sharp. Gli strati più bassi del Monte Sharp, il rilievo sedimentario presente all’interno del cratere Gale di Marte.
 
# Vedi anche: Curiosity alle pendici del Monte Sharp

11pia20840

Colori marziani. Un'altra spettacolare immagine di Curiosity e del Monte Sharp.
 
# Vedi anche: Curiosity su Marte: dopo il cratere Gale inizia la scalata del Monte Sharp

8pia18387_chemcam_lebanon_1

Meteoriti. L’enorme meteorite di ferro "Libano" (largo più di 2 metri) e la sua compagna più piccola "Libano B". Le due meteoriti sono state trovate dal rover marziano Curiosity il 25 maggio 2014. Sono simili, per forma e lucentezza, ai meteoriti di ferro trovati su Marte dalla precedente generazione di rover, Spirit e Opportunity.
 
# Vedi anche: Curiosity scopre meteoriti su Marte

Il colore viola. In questa area al di sotto del Monte Sharp si notano formazioni rocciose di colore viola. Secondo gli scienziati, significa che negli strati di roccia che compongono il rilievo marziano vi è una rilevante presenza di ematite. Questa è solo l'ultima delle tantissime spettacolari immagini marziane che il rover Curiosity della Nasa ha inviato da quando, più di 4 anni fa, è atterrato sul cratere Gale. Vediamo in questa gallery le foto più significative.
 
# Vedi anche: Curiosity: l'esplorazione di Marte