Il risveglio dell'Lhc: protoni alla velocità della luce

above
LHC

Questo week-end al Cern di Ginevra i fisici e gli ingegneri della sala di controllo di LHC hanno fatto un altro passo importante verso le collisioni: per la prima volta nell’acceleratore hanno “corso” protoni e ioni di piombo.

Paola Catapano dalla sala controllo dell'Lhc per Focus.it, 28 ottobre 2009

Per la prima volta dopo l'incidente del 19 settembre, il tubo a vuoto dell'Lhc è stato percorso da particelle elementari in due settori della macchina (un settore è lungo poco più di 3,3 km). Venerdi pomeriggio, un primo fascio di ioni di piombo è entrato nell'Lhc attraverso al linea di trasferimento TI2, percorrendo il settore 2-3 in senso orario. Dopo aver attraversato l'esperimento ALICE, al punto 2 di Lhc, il fascio di ioni è stato fermato al punto tre, facendolo collidere con un blocco di assorbimento detto beam dump. L'esperimento ALICE è stato costruito proprio per leggere le collisioni tra fasci di ioni di piombo che percorreranno l'Lhc, in alternanza con i fasci di protoni, per ricreare il plasma di quark e gluoni caratteristico dell'universo primordiale.

Primi protoni. Sempre venerdi, in tarda serata, il primo fascio di protoni è entrato nel circuito dell'Lhc dalla linea di trasferimento TI8, percorrendo il settore 8-7. Dopo aver attraversato l'esperimento al P 8, Lhcb, il fascio è stato anch'esso "dumpato" al punto 7.
Questa prima iniezione, che fa parte della procedura di riavvio dell'acceleratore, è stata molto importante per verificare il funzionamento della macchina e di due dei suoi rivelatori, ALICE ed Lhcb. Tutti i parametri hanno mostrato l'andamento atteso per poter andare avanti col prossimo passo: il primo fascio circolante a bassa energia in tutto l'anello, nel giro di qualche settimana.

Paola Catapano lavora al Cern di Ginevra nell'ufficio comunicazione, a stretto contatto con gli scienziati che lavorano con l'Lhc e ne analizzano i risultati. Grazie a lei e ai suoi articoli, Focus.it vi aggiornerà nei prossimi mesi sugli esperimenti dell'Lhc.
Clicca qui per consultare tutti gli aggiornamenti dall'Lhc in ordine cronologico inverso (dal più recente al più vecchio)

28 Ottobre 2009