I fiocchi di neve amano la fisica. E la geometria

I fiocchi di neve nascondono un sacco di curiosità anche per gli appassionati di fisica e di... geometria. Per esempio: come assumono quell’aspetto che, al microscopio, appare tanto complesso e caratteristico? I fiocchi partono tutti da una forma “base”, un cristallo esagonale di ghiaccio, da cui progressivamente spuntano “rametti” e altre strutture. Eccone una collezione realizzata da Kenneth Libbrecht, fisico del California Institute of Technology.

Ecco il fiocco di neve nella sua forma più elementare. Di solito questi fiocchi sono così piccoli che difficilmente si vedono a occhio nudo. Dall’esagono, con modalità non ancora del tutto chiarite, si sviluppano strutture più complesse al variare della temperatura. Questi esagoni piani e sottili si manifestano intorno ai -2° C (Foto: K. Libbrecht).