Speciale allergie stagionali vai allo speciale
Home | SCIENZA | Scienze

Dove osano gli acari

Ne siamo circondati eppure così non l’avevamo mai vista. Questa è la polvere di casa nostra osservata al microscopio elettronico. Capelli, pollini e residui di pelle morta: il classico “pranzetto”...

spl_h130615_dust_web
Polvere di casa al microscopio
Ne siamo circondati eppure così non l’avevamo mai vista. Questa è la polvere di casa nostra osservata al microscopio elettronico. Capelli, pollini e residui di pelle morta: il classico “pranzetto” degli acari (Dermatophagoides pteronyssinus) che colonizzano gli angoli più nascosti delle nostre case.
Secondo gli scienziati questi invisibili animaletti hanno molto in comune con i ragni. Appartengono infatti alla stessa famiglia, quella degli aracnidi. Afferrano il cibo con due specie di chele - che si chiamano cheliceri - e la maggior parte di loro ha 8 zampe proprio come i ragni.
Ma c’è una cosa che li distingue dai loro “cugini” ragni: gli acari non fanno paura e nessuno è affetto da “acarofobia”! Molte persone però soffrono di allergia e non sono poche. Secondo un recente sondaggio il 50% degli italiani dichiara di aver avuto almeno una volta sintomi allergici. E tra i principali responsabili ci sono proprio i minuscoli mangiatori di polvere a 8 zampe.

[E. I.]
30 Maggio 2008 | Elisabetta Intini