Aguzza la vista!

Ipnotici e ammaliatori, fuori dalle orbite, finti, spaziali, galleggianti, inquietanti. C'è chi li usa come fontane e chi li strabuzza per lavoro, chi li decora con un piercing e chi li sfrutta per ingannare nemici e predatori... dal mondo degli insetti a quello dell'arte, tutte le più belle foto di occhi.
Composti, multipli, agli infrarossi... sapresti abbinare a ciascun animale i suoi occhi? - Non perderti lo speciale su come vedono gli animali

iber_82759_webreu_rtr2gvh6_webafp_000_mvd708699_webget_93435353_webget_vis900024_webafp_000_hkg1262577_webreu_rtr2408m_webget_95767132_webmin_762743_webspl_p424246_altach_pau135137_07_medianpl_01202335_webspl_c0026599_midge_webreu_rtr1rtps_media200448153137_52005629164810_820041210153959_5iber_82923_web_651140Approfondimenti
iber_82759_web

Vi capita mai di sentirvi osservati mentre passeggiate per strada? Se la risposta è sì, potrebbe non essere affatto una vostra paranoia. Probabilmente siete passati accanto a una delle curiose installazioni di Timm Schneiders, l'artista 28enne tedesco che si diverte a mettere gli occhi ai componenti di arredo urbano del suo paese: cestini della spazzatura, obliteratrici, posacenere e persino toilette pubbliche sfoderano, grazie alla sua creatività, sguardi da cartone animato. Un esempio di street art che strappa subito un sorriso.
Guarda anche l'arte della macchina sporca
E l'artista delle gomme da masticare riciclate
Arte (in) metropolitana: una forma di street art

reu_rtr2gvh6_web

Ci sono donne che pagherebbero, pur di avere ciglia così folte. Ma se pensate che il make-up di questa ragazza, truccata da "coda di pavone" durante l'ultima Convention Internazionale del Tatuaggio svoltasi a Taipei (Taiwan), sia un tantino eccessivo, aspettate di sapere quanto misurano le ciglia più lunghe del mondo. L'ambito primato è stato rivendicato tre anni fa da una studentessa dell'Università di Chicago, in possesso di un unico ciglio lungo oltre 7 centimetri e mezzo: abbastanza da riuscire a toccarlo con la punta della lingua! Il sopracciglio più lungo invece, misura 15,1 centimetri, e appartiene alla giapponese Toshie Kawakami (guarda).
Perché i capelli sono lunghi e le ciglia (di solito) corte?

[E. I.]

afp_000_mvd708699_web

Di fronte alla vostra casella e-mail stracolma al ritorno dalle ferie avete reagito… così? Speriamo di no, anche perché l’uomo che vedete, il colombiano Diego Ramirez, è un attore e queste cose le fa di professione.
Ma non è il migliore in questa “specialità”. A soffiargli il posto ci pensa il brasiliano Claudio Pinto che per la sua abilità – è in grado di mandare il 95% dei suoi bulbi oculari fuori dalle orbite – si è conquistato un posto anche nel Guinness dei Primati.
Pinto è convinto che questa sua dote sia un dono divino, e la vita da “fenomeno da baraccone” non gli pesa affatto: “È un modo abbastanza facile di fare soldi”, ha dichiarato.

Un’altra faccia da guinness

Tutti i record più assurdi (slide show)

[E. I.]

get_93435353_web

Il fascino della modella distoglie l'attenzione dall'abito? Guardate un po' come ha risolto il problema lo stilista di questa originale creazione presentata lo scorso ottobre sulle passerelle di Pristina, in Kosovo. La povera indossatrice avrebbe forse preferito catturare gli sguardi del pubblico con il suo "vero" sorriso, posto qualche centimetro più in alto. Ma considerato quanto visto ultimamente in passerella, gonne a forma di gabbia per uccellinivestiti fatti di vecchi giornali e copricapi realizzati con capelli umani, c'è da scommettere che non si lamenterà...
Tutte le più bizzarre creazioni di moda in questa pazza "sfilata"

[E. I.]

get_vis900024_web

La prossima volta che parlate con qualcuno, fissatelo dritto negli occhi. Poi aguzzate bene la vista e forse riuscirete a scorgere - se la vista non vi inganna -  una persona riflessa. Siete voi in formato mignon. O meglio in formato "pupilla".
Proprio dalla sua caratteristica di restituire immagini di "pupilli" (in latino pupilla significa bambolina) ha preso il nome la pupilla, il cerchiolino al centro dei nostri occhi.
Nella foto al microscopio, la pupilla circondata dall'iride, la membrana pigmentata che conferisce all'occhio il suo colore.

Piercing all’occhio (guarda)
Lente a contatto "naturale"
Meraviglie al microscopio (slideshow)

[E. I.]

afp_000_hkg1262577_web

Vi sentite osservati? Probabilmente è la stessa sensazione che ha provato chi passeggiava qualche giorno fa in questa via di Tokyo, in Giappone.
Siamo, infatti, nel bel mezzo della performance artistica del gruppo “Medaman-Medaman”, che si esibisce nelle strade più affollate della metropoli per sorprendere i passanti, distraendoli per un attimo dalla routine quotidiana.
I luoghi pubblici sono fatti per guardare ed essere guardati, sembrano dire questi due occhioni. E le reazioni della gente non si sono fatte aspettare: alcuni bambini hanno iniziato a piangere mentre una folla di curiosi ha ostacolato il cammino dei due artisti. I più intraprendenti hanno immortalato la scena con una foto.
Se sei un appassionato di arte “all’aperto” non perderti la performance dell’illusionista che sfida la forza di gravità.

[E. I.]

reu_rtr2408m_web

Se mai vi capitasse di fare colazione con questo ragazzo cinese, non chiedetegli di versarvi un po' di latte. Potrebbe farlo in modo non proprio igenico.
Zhang Yinming il latte, infatti, lo aspira nel naso e da qui, grazie forse a un'anomaila dei dotti lacrimali, il liquido sale direttamente agli occhi. Poi con una leggera pressione sulle "occhiaie" riesce a creare questo effetto fontana, facendo zampillare latte con getti che arrivano anche a 2 metri di distanza.
E non è il solo passatempo di Yinming, che si diverte anche, pare, a gonfiare palloncini soffiando aria con le orecchie.
C'è anche chi si fa uscire gli occhi fuori dalle orbite
E dopo l'uomo-fontana, guarda l'uomo-lucertola

[E. I.]

get_95767132_web

Niente meglio di una manciata di uova per festeggiare la Pasqua. Quelle che vedete però, non sono di cioccolato ma di legno. Per realizzare questo gigantesco mosaico (7 metri per lato) l'artista ucraina Oksana Mas ha usato 15 mila uova dipinte a mano. L'opera che ritrae la Madonna - qui un particolare dell’occhio - è stata esposta a gennaio nella cattedrale di Santa Sofia, a Kiev.
Ma decorare le uova non è certo un vezzo moderno. Recentemente alcuni archeologi dell'università di Bordeaux (in Francia) in una grotta del Sud Africa hanno ritrovato frammenti di uova di struzzo decorati a mano. I gusci, risalenti a 60 mila anni fa, erano probabilmente recipienti e le scritte, indicavano il loro contenuto o il proprietario. Se l'ipotesi fosse confermata si tratterebbe delle prime "etichette" - oltre che di una delle prime forme di comunicazione simbolica conosciute - della storia dell'uomo.

[E. I.]

min_762743_web

Vi sentite osservati? Niente paura: questo non è un occhio vero, ma una delle due macchie circolari, dette “ocelli”, che adornano le ali della farfalla gufo (Caligo memnon), diffusa in Sud America.
Per alcuni esperti queste chiazze servirebbero a spaventare lucertole e piccoli uccelli, che sono ghiotti di questo lepidottero. Vista a “testa in giù” infatti, questa farfalla forma con le ali una figura che ricorda la faccia di un più temibile gufo.
Ma non tutti sono d’accordo: altri studiosi pensano che i finti occhi siano un trucchetto per limitare i danni di un eventuale attacco dei predatori. Questi ultimi potrebbero essere attratti dalle ali che anche se danneggiate permettono comunque all'animale di vivere. Un modo per distogliere i predatori dal vero punto debole: l'addome.
Scopri il segreto dei colori brillanti delle farfalle e guarda un altro animale da molto vicino.
 
[E. I.]

spl_p424246_alta

Solo una lente di 9 millimetri è sufficiente per consentire ai nostri occhi di mettere a fuoco il mondo circostante. È il cristallino - qui al microscopio – una struttura simile a una lente che cambia forma, aumentando o diminuendo la curvatura in base alla vicinanza o meno dell’oggetto da visualizzare.
Un po’ come succede all’obiettivo della macchina fotografica che si allunga o si accorcia (ma non cambia forma), in base alla distanza dall’oggetto da mettere a fuoco.
L’alterazione della capacità di modulazione del cristallino, con l’avanzare dell’età, porta alla presbiometria. I presbiti vedono bene da lontano ma non da vicino.
[F.C.]

ch_pau135137_07_media

In una non meglio precisata città un uomo mentre aspetta che il semaforo cambi colore improvvisamente diventa cieco. Ma al posto di essere immerso nell’oscurità, l’uomo vede tutto bianco. È finito nel latte. È questo il soggetto dell’opera teatrale "Blind City" (liberamente tratto dal romanzo "Cecità" di Josè Saramago) che va in scena a Pechino. Il dramma viene pubblicizzato nella città con giganteschi cartelloni che raffigurano centinaia di occhi.
E di "rimanere al buio" è successo anche la redazione di Focus.it: leggi come è andata nello speciale "Dialogo nel buio".
Per vedere tanti altri cartelli pubblicitari strani vedi anche la fotogallery "Cartelloni pazzi".

npl_01202335_web

Cercate di non fissare troppo a lungo gli occhioni di questa raganella della Costa Rica. Azzurri e screziati come sono infatti, rischiereste di rimanere ipnotizzati!
Ma lo sguardo magnetico non è l’unica caratteristica particolare del piccolo anfibio della famiglia delle Centrolenidae, che spesso non raggiunge i 3 centimetri di lunghezza.
La ranocchia diffusa soprattutto alle latitudini tropicali, è anche famosa per avere in corrispondenza del ventre, una pelle traslucida e semitrasparente, che lascia intravedere gli organi interni. Questo curioso attributo le è valso il soprannome di "rana di vetro". Non perderti la fotogallery sugli animali trasparenti
Guarda anche lo slideshow dedicato alle rane più pazze del mondo

[E. I]

spl_c0026599_midge_web

Qualcuno si sente osservato? Meglio non muoversi allora! L'occhio composto del moscerino qui al microscopio, non vede i dettagli ma è capace di cogliere anche il più piccolo movimento. Merito di tante minuscole strutture fotosensibili chiamate ommatidi, che captano ciascuna un’immagine parziale dell’ambiente circostante.
Il cervello dell’insetto pensa poi ad unire i singoli "frammenti" visivi in una specie di "collage", che dà come risultato, l’immagine definitiva.
Scopri altre curiosità sui moscerini
E non perderti il nuovissimo slideshow dedicato agli insetti

[E. I.]

reu_rtr1rtps_media

Difficile non sgranare gli occhi davanti a una scena del genere: l'iride di un enorme occhio galleggiante si apre, e svela un gruppo di artisti impegnati nella "Tosca" di Giacomo Puccini. Sullo sfondo, il Lago di Costanza a Bregenz (Austria), al tramonto. È quanto hanno potuto ammirare gli spettatori del Festival di Bregenz, in occasione del quale ogni anno viene rappresentata un'opera diversa. E la location – un palco immerso nell’acqua – è davvero suggestiva: tanto che, secondo alcune indiscrezioni, è stata scelta per girare alcune scene del prossimo film di James Bond.

200448153137_5

Volete essere davvero alla moda? Ebbene la nuova tendenza è il piercing all'occhio. Se pensavate di avere già visto tutto per quanto riguarda la body art, ecco il nuovissimo Jewel Eye, l'occhio ingioiellato. Si tratta di una piccola placca di platino impiantata direttamente sotto la congiuntiva, la membrana che ricopre il bulbo oculare. Si può scegliere fra forme diverse, ma il costo è un po' proibitivo: per applicare il bizzarro gioiello occorrono infatti 500 euro.

2005629164810_8

Un inquietante occhio rosso ci sscruta dallo spazio? Niente paura, non è che il frutto della fantasia dell'uomo che fin dall'antichità ha visto tra le stelle figure mitologiche (le costellazioni dello zodiaco e tra i monti facce e profili strani. Qui si tratta di un alone spaziale, immortalato da Hubble, composto di gas e polveri che circonda la piccola stella di Fomalhaut, uno dei più prossimi vicini di casa della Terra. Si trova a soli 25 anni luce (dietro l'angolo, in termini astronomici) ed è visibile dall'emisfero sud.
La forma a occhio di gatto della nube sarebbe causata da un piccolo pianeta che orbita attorno a Fomalhaut. Gli scienziati sono sicuri della sua presenza, sebbene non lo abbiano osservato direttamente. La forma ovale e appuntita del bordo interno della nube sarebbe un chiaro segno che l'orbita diel pianeta sta spazzando via polveri e gas. Foto: © NASA/ESA/Kalas, Graham, Clampin.

20041210153959_5

Ispirandoci all'atmosfera di stagione vi regaliamo questa che non è la foto di un addobbo natalizio, ma un'immagine ravvicinata della retina. Oggi ricorre infatti la celebrazione di santa Lucia la cui venerazione è fortemente legata all'episodio dello strappo volontario degli occhi da parte della donna e che è invocata dai fedeli come protettrice della vista.
La micrografia colorata al microscopio elettronico ci fornisce un punto di vista decisamente inconsueto della retina, la membrana interna della parete del globo oculare dove lo stimolo visivo viene ricevuto. I filamenti rossastri sono i vasi sanguigni che si irradiano dal disco ottico, l'area in cui nervo ottico e i vasi stessi entrano nell'occhio.

iber_82923_web_651140

A guardarli per un po' c'è da farsi venire il mal di testa. Cosa ci fanno quattro occhi  tutti sullo stesso gufo? Si tratta di una foto sfocata e mal riuscita? Nulla di tutto ciò.
Mentre il fotografo immortalava il rapace in primo piano, un suo compare si è posizionato dietro al protagonista. E due paia di occhi si sono sovrapposte garantendo un effetto spettacolare. La strana coppia è stata fotografata lo scorso giugno in una regione paludosa della Grecia.
Attento a dove guardi in questa gallery dedicata agli occhi più ipnotici
Altre belle foto di rapaci (guarda)

Vi capita mai di sentirvi osservati mentre passeggiate per strada? Se la risposta è sì, potrebbe non essere affatto una vostra paranoia. Probabilmente siete passati accanto a una delle curiose installazioni di Timm Schneiders, l'artista 28enne tedesco che si diverte a mettere gli occhi ai componenti di arredo urbano del suo paese: cestini della spazzatura, obliteratrici, posacenere e persino toilette pubbliche sfoderano, grazie alla sua creatività, sguardi da cartone animato. Un esempio di street art che strappa subito un sorriso.
Guarda anche l'arte della macchina sporca
E l'artista delle gomme da masticare riciclate
Arte (in) metropolitana: una forma di street art