"La salute nel piatto" secondo gli esperti di Focus

Il racconto del primo appuntamento del 2017 dei grandi incontri di Focus: tre esperti di alimentazione hanno risposto per due ore alle domande dei lettori su tanti temi legati a cibo e salute.

Gli integratori per uso sportivo servono davvero? E i probiotici sono necessari come dice la pubblicità per il corretto funzionamento dell’intestino? Mangiare gluten free fa bene o fa male?


Sono questi alcuni dei temi che sono stati trattati durante “La salute nel piatto”, l’evento che si è tenuto a Torino il 7 Aprile e che inaugura una nuova stagione dei grandi incontri di Focus all'interno della cornice di Panorama d'Italia


Protagonisti dell’incontro Jacopo Loredan, direttore di Focus, Valentina Bolli (dietista), Carla Lertola (medico specialista in scienza dell’alimentazione) e Enzo Spisni (docente di fisiologia della nutrizione dell’Università di Bologna).

Proteine, vitamine &CO. Con Carla Lertola (minuto 9 del video qui sopra), abbiamo ripercorso l’interpretazione della piramide alimentare in diversi paesi del mondo e abbiamo scoperto come costruire un piatto bilanciato.

 

Valentina Bolli (minuto 11) ci ha spiegato a che cosa servono le proteine, i carboidrati e i grassi e perché le diete dissociate ed eccessivamente ipocaloriche non sono ideali né per la salute, né per il dimagrimento.

Stimolato dalle domande del pubblico in sala e da quelle ricevute dai lettori che hanno seguito l’evento in diretta su Facebook, Enzo Spisni (min 15’30”) ha illustrato i meccanismi che portano alla formazione della flora batterica intestinale e perché risulta più sana nei bambini che crescono giocando all’aperto piuttosto che chiusi in casa.

Dieta allegra. La dotteressa Lertola (minuto 23) ha sottolineato come spesso il concetto di dieta sia comunemente associato alla privazione dei piaceri del cibo: si tratta in realtà di un errore, perché la parola “dieta” deriva dal greco δίαιτα (diaita), che significa “stile di vita”.

 

Le intolleranze. Nel corso del dibattito si è parlato molto di intolleranze (minuto 27): è vero che negli ultimi anni sono aumentate in maniera esponenziale? Secondo Spini (minuto 28’30”) sì, anche se stanno diventando di moda, soprattutto grazie a test cosiddetti “non convenzionali” che però non hanno alcuna validità scientifica.

Valentina Bolli, al minuto 34’, mette in guardia dai rischi dell’autodiagnosi e delle diete fai-da-te, che rischiano di provocare carenze di elementi nutritivi importanti. E secondo Enzo Spisni (minuto 39) non sussistono nemmeno ragioni fisiologiche per eliminare dalla nostra dieta alimenti importanti come la carne, soprattutto nei bambini (minuto 41’30”).

Fatto colazione? Sia il pubblico in sala sia quello su Facebook hanno fatto numerose domande sulla colazione, il pasto più importante della giornata: qual è una colazione sana? I tre esperti (dal minuto 54’25”) hanno spiegato cosa è meglio mangiare al mattino.

Si è parlato a lungo anche di acqua: ma quanta bisogna berne? E come si può scegliere l’acqua giusta? E infine l’eterno dubbio: meglio quella del rubinetto o quella minerale? Spisni ci ha spiegato come scegliere (min 75’25”) tra l’una e l’altra.

Le battute finali dell’incontro sono state dedicate al colesterolo: (min 77’33”): Carla Lertola ha illustrato la sua importanza per la vita e come solo il 20% di questo elemento dipenda dalla dieta.

07 Aprile 2017 | Rebecca Mantovani
Approfondimenti

Codice Sconto

10 DRITTE SCIENTIFICHE
 

per superare

 


la MATURITÀ