Ecco come la forma della cacca ci dice se stiamo bene

La forma delle feci, insieme al colore e alla consistenza, può rivelare lo stato di salute del nostro corpo. Ecco la guida per riconoscere le forme "giuste". E in più, su Focus, trovi le ultime ricerche sul tema.

Da qualche tempo esiste una classificazione scientifica che risponde ai dubbi dell’uomo comune sul fatto che la sua produzione di feci sia in regola. Si chiama Scala di Bristol ed è stata messa a punto soprattutto per evitare a medici e infermieri di dover interpretare le fantasiose descrizioni dei pazienti.
Il range di “normalità” previsto dalla Scala è piuttosto ampio: solo gli estremi meritano una riflessione, mentre i tipi ideali sono i livelli intermedi. Ma non è solo la forma a fare la differenza. Conta il colore, il fatto che galleggi (eh, non ci avreste mai fatto caso?) e in certi casi anche l'odore.
Ne parliamo approfonditamente sul numero di Focus, in edicola fino al 20 febbraio (e in digitale per sempre), nel quale vi raccontiamo tutti gli ultimi studi sulla cacca. Intanto potete vedere come funziona la Scala di Bristol.
Per l'argomento trattato questa gallery può essere un po' disgustosa