Perché anche l'Europa è a rischio Zika?

L'aumento delle temperature medie può creare le condizioni ottimali perché il virus Zika si diffonda. E l'Italia è fra i paesi più a rischio. Questa e altre curiosità su Focus Extra in edicola.

ipa_ffnn55_1
Il global warming favorirà la diffusione delle malattie trasmesse da insetti, come Zika.|IPA

Per conquistare l’America, il virus Zika ha impiegato soltanto 12 mesi, e secondo le ricerche più recenti, a causa del riscaldamento globale, la malattia potrebbe diventare comune in altri continenti, Europa compresa.

 

Uno studio dell’università di Liverpool, pubblicato lo scorso dicembre sulla rivista Pnas, ha concluso che la proliferazione e l’aggressività delle zanzare che trasmettono il virus Zika sono fortemente condizionate dal clima.

 

Più sotto in questa pagina l'anteprima sfogliabile del nuovo Focus Extra in edicola, dedicato al cambiamento climatico. | Focus Extra

Epidemia. La stessa epidemia americana è stata trainata dall’umidità eccezionale e dall’aumento delle temperature determinate da El Niño, un fenomeno climatico periodico che si verifica in media ogni 5 anni e che in questa occasione è stato più intenso del solito forse a causa dei cambiamenti climatici.

 

Sebbene la zanzara Aedes aegypti, che trasmette la malattia, non sia ancora diffusa in Europa, il continente è ugualmente a rischio. Infatti, da noi è ormai comune la zanzara tigre, e anch’essa è in grado di trasmettere il virus.

 

E in Italia, dove il clima è già mite, anche un piccolo aumento delle temperature medie può creare le condizioni ottimali perché Zika si diffonda.

 

L'anteprima di Focus Extra.

 

20 Marzo 2017 | Focus Extra

Codice Sconto

Scopri chi è più

 

intelligente 

 

tra te

 

e tuo fratello