Altre 10 cose che (forse) non sai sul pene

Dopo le prime 10 curiosità sul pene, raddoppiamo con altre 10 cose da sapere sull'organo sessuale maschile, dal micropene al numero di eiaculazioni medie di un uomo, da come si sviluppa a come si può rompere.

cucumbereiaculazionepenepensisizehardnessipa_br6mjnprecocertrifb0_previewn-average-penis-length-628x314enricoviiiApprofondimenti
cucumber

Ci sono due tipi di pene In base all’anatomia e alla fisiologia umana, ci sono due tipi di peni: lo shower e il grower (nello slang americano). Il primo, letteralmente "quello che dà mostra di se" è lungo anche quando flaccido e non cresce poi tanto una volta in erezione; il secondo ("quello che cresce") è piccolo a riposo e cresce di più durante l'erezione. Da che cosa dipende? Dai geni, che rendono in un caso i tessuti più elastici. Per la cronaca, si stima che l'80% degli uomini abbiano un pene grower, e solo il 20% shower.

eiaculazione

Quante volte figliolo? Si stima (e sottolineamo, si stima) che un uomo mediamente eiaculi circa settemila volte durante la sua vita. Perché qualcuno ha fatto questo calcolo? Perché molti ricercatori ritengono che vi sia anche un’associazione tra eiaculazioni più frequenti e un minor rischio di cancro alla prostata. E questo aspetto è oggetto di studi, anche statistici.

pene

Attenzione, può rompersi! Non è un fenomeno frequente, ma il pene si può "fratturare" a causa di una improvvisa, brusca e innaturale flessione durante l’erezione. La frattura del pene, anche nota come “sindrome del chiodo piegato” o “il passo falso del coito”, consiste nella rottura della tunica albuginea, la membrana che ricopre i corpi cavernosi e che durante l’erezione si assottiglia, diventando più vulnerabile ai traumi.


Per saperne di più sulla frattura del pene

pensisize

Micropene È un termine usato dai ricercatori per fare riferimento a un pene le cui dimensioni sono inferiori a 7,1 centimetri in erezione. Una condizione che colpisce solo lo 0,6 per cento degli uomini. Secondo i ricercatori potrebbe essere causata da una quantità inadeguata di testosterone, l'ormone maschile, nella fase avanzata dello sviluppo fetale.


Leggi anche: La lunghezza media del pene, secondo la scienza

hardness

Erezioni notturne Gli uomini di solito sperimentano tra 3 e 5 erezioni spontanee durante la notte (tumescenza peniena notturna), in genere durante la fase del sonno profondo rem.

ipa_br6mjn

Quando nasce e come cresce Normalmente la formazione del pene si completa nei primi mesi di gravidanza. A partire dal quinto o sesto mese, in media, il pene fetale diventa visibile all’ecotomografia. Dopo la nascita il vero sviluppo si verifica durante la pubertà, sotto la spinta ormonale del testosterone. In questa fase pene e testicoli si ingrandiscono e compaiono i peli nella zona del pube. Quando un bimbo è sottoposto a terapia con ormoni maschili (per esempio perché non è avvenuta la naturale discesa dei testicoli nel sacco scrotale) il pene si sviluppa precocemente.

precoce

Eiaculazione precoce È definita dalla maggior parte degli studi come l’eiaculazione che avviene entro uno o due minuti dalla penetrazione, ed è spesso accompagnata da una sensazione di disagio e di ansia. Oggi c'è la tendenza a classificare ogni rapporto veloce come eiaculazione precoce e a curarla come una patologia. Ma non è così, come vi spieghiamo in questo articolo. Ma quando "dura" un amplesso? Secondo uno studio internazionale un rapporto sessuale, preliminari compresi, dura da 1 a 10 minuti. Per misurare il tempo tra penetrazione ed eiaculazione è stato affidato alle partner un cronometro e la media dell'amplesso si collocava intorno ai 7,3 minuti.

rtrifb0_preview

Superdotati, da Homes a Casanova Il più famoso era il pornoattore Usa John Curtis Estes, in arte John Holmes: noto come “Mr 35”, in realtà aveva un pene lungo “solo” 32 cm. Il suo emulo italiano, Rocco Tano (in arte Siffredi) ne vanta uno da 24 cm. Ma i superdotati non sono passati alla storia solo del porno. Pare che Giacomo Casanova dovesse la sua fama a un pene XL, oltre che al suo savoir faire. E pare che l’ascendente di Grigorij Rasputin sulla zarina Alessandra, fosse dovuto, oltre che a doti mistiche, anche a maxi attributi. Come, pare, quelli di Frank Sinatra.
Nella foto il falso pene di Rasputin. Si narra che il monaco venne evirato dopo la morte. Si tratta però di una bugia storica e lo smisurato organo sotto naftalina del museo dell'erotismo è un falso.

n-average-penis-length-628x314

DImensioni ideali Secondo uno studio effettuato su 2221 intervistati di 10 paesi (Italia inclusa), in media, le donne ritengono che la lunghezza media del pene maschile sia di 13,8 cm e le dimensioni del pene ideale di 15,8 cm. Gli uomini invece pensano che la lunghezza media del pene sia in media di 14,1 cm e la lunghezza ideale 16,6 cm.


Leggi anche: La lunghezza media del pene, secondo la scienza

enricoviii

Ascesa e caduta del sospensorio C'è un accessorio che colpisce e attira l'attenzione in molte opere d'arte del '500. È il sospensorio, che per un secolo è stato il must-have dell'abbigliamento maschile. Imbottito e sagomato nella forma di un'erezione permanente, pare fosse inizialmente usato solo dai meno dotati. Poi divenne di moda. Una moda apprezzata da Re Enrico VIII, particolarmente fiero di mostrare la sua brachetta anche sotto l’uniforme reale e… l’armatura (foto).


Leggi anche: La storia del sospensorio

Ci sono due tipi di pene In base all’anatomia e alla fisiologia umana, ci sono due tipi di peni: lo shower e il grower (nello slang americano). Il primo, letteralmente "quello che dà mostra di se" è lungo anche quando flaccido e non cresce poi tanto una volta in erezione; il secondo ("quello che cresce") è piccolo a riposo e cresce di più durante l'erezione. Da che cosa dipende? Dai geni, che rendono in un caso i tessuti più elastici. Per la cronaca, si stima che l'80% degli uomini abbiano un pene grower, e solo il 20% shower.