Perché non vediamo buio a ogni battito di ciglia
Il cervello umano "unisce i puntini" compensando le discrepanze tra ciò che vedevamo prima e ciò che c'è dopo la chiusura delle palpebre. Intanto, ne approfitta per riallineare i muscoli oculari.
Epidemie, il piano globale per batterle sul tempo
Una collaborazione internazionale punta a testare vaccini per le infezioni più minacciose prima che queste possano esplodere. Per evitare che casi come quello di Ebola si ripetano.
Benefici e danni della cannabis
Una nuova analisi fa il punto sugli effetti sulla salute della marijuana per uso medico e ricreativo.
L'infezione resistente a 26 tipi di antibiotici
Negli USA una donna è morta per un superbatterio che nessuna sostanza è riuscita a curare. Il caso ha riaperto il dibattito su una delle peggiori preoccupazioni per la salute mondiale futura.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

10 cose + 1 che (forse) non sai sullo zucchero
Davvero fa ingrassare? Raffinato, fa più male? 10 pillole dolci e curiose, più un consiglio per darci un taglio.
Il senso del gusto delle donne
È di molto migliore e preciso rispetto a quello degli uomini: un vantaggio dovuto a una precisa ragione evolutiva.
7 cose in cui sei davvero unico al mondo
Dal mix di odori che emani alla forma delle orecchie, ecco alcune caratteristiche che ti descrivono in modo irripetibile. Anche se hai un gemello identico.
Cervello, stress e rischi cardiovascolari
Un importante studio pubblicato su The Lancet individua per la prima volta un collegamento diretto tra stress cerebrale e problemi cardiocircolatori: a fare da "ponte", il sistema immunitario.
Lo sport fa bene, anche se "compresso"
Secondo uno studio britannico chi concentra l’attività fisica in una o due sessioni settimanali ottiene gli stessi benefici di chi si allena tutti i giorni.
Si può essere allergici al freddo?
La risposta breve è no. Quella lunga...
Più a rischio demenze se vivi vicino al traffico
Vivere vicino ad autostrade e grandi arterie congestionate aumenta in modo significativo l'incidenza della malattia: lo rivela uno studio su oltre 6 milioni di canadesi.