• E-Cat, il test del 6 ottobre: le domande del giorno dopo
9
ott 2011

Che cosa c'è dentro all'E-Cat?

Sotto al coperchio dell'E-Cat (© Mats Lewan).
Sotto al coperchio dell'E-Cat (© Mats Lewan).

La pesa dell'E-Cat non ha rivelato nulla e l'aumento di circa 1 kg rispetto alla misura del mattino non è stata finora approfondita ed è probabilmente possibile attribuirla in parte a imprecisioni delle misure e in parte alla presenza di residui d'acqua nell'apparecchio stesso. Lo spacchettamento ha messo a nudo lo scambiatore di calore, i raccordi, la posizione delle termocoppie... nulla di particolare, tranne l'esibizione del fatto che non ci fosse nulla di particolare, fatto comunque non trascurabile.
 
E DENTRO L'E-CAT? L'apertura della macchina vera e propria avviene in un clima di palpabile attesa e un po' anche di disappunto per la richiesta fatta all'ultimo momento da Andrea Rossi: «Niente foto né video, per favore.» La foto che vedete qui è presa dal report preliminare di Mats Lewan, ma non è stata scattata la sera: l'immagine riflette ciò che abbiamo poi visto tutti, ma non potrei dire se si tratta della stessa macchina né quando né dove esattamente è stata scattata.
 
E in ogni caso è proprio tutto ciò che abbiamo visto: le alette di un radiatore. «Sotto al dissipatore c'è il reattore», racconta Rossi, «una mattonella di venti centimetri per venti e un centimetro di spessore.» Non è stato disponibile ad aggiungere altro né a consentire foto perché «da quello che vedete un occhio esperto può dedurre molte informazioni».
Contenuti collegati
Commenti (0)
commento-focus

Non sei connesso. Accedi utilizzando gli strumenti sottostanti.

commento-focus
Non sei connesso. Accedi utilizzando gli strumenti sovrastanti.
Oppure registrati.
Non sono presenti commenti.