La super fotocamera che cerca l'energia oscura

La Dark Energy Camera è uno degli strumenti di osservazione più potenti mai costruiti. Operativo da pochi giorni, aiuterà gli scienziati a capire qualcosa in più sulla cosiddetta energia oscura, la misteriosa forza a cui si attribuisce la sempre più veloce espansione dell'universo. Ecco le prime immagini che ha realizzato.

È cominciata la caccia all'energia oscura, la misteriosa forza che secondo gli astrofisici sarebbe responsabile della progressiva accelerazione nell'espansione dell'Universo. E l'arma in mano agli scienziati è uno degli strumenti ottici più grandi e potenti mai costruiti: una fotocamera da 570 megapixel - cioè 60 volte più potente di una comune macchina fotografica digitale - montata sul telescopio Blanco, presso l'osservatorio di Cerro Tololo, sulle montagne del Cile.
 
Le prime immagini sono state scattate lo scorso 12 settembre all'interno del progetto Dark Energy Survey Collaboration, che dovrebbe dare agli scienziati indicazioni per capire come si sta evolvendo la struttura del cosmo.
 
«La macchina da 570 megapixel funziona come una normale reflex digitale, è solo più grande e più sensibile», spiega Josh Frieman, astronomo presso l'Università di Chicago e responsabile del progetto. Nei prossimi 5 anni lo strumento completerà una delle più approfondite indagini sulla volta celeste mai realizzate, immortalando non meno di 300 milioni di galassie, alcune delle quali distanti più di 8 miliardi di anni luce da noi. Le immagini permetteranno agli astronomi di studiare l'espansione dell'Universo attraverso le distorsioni e i cambiamenti di forma subiti dalle galassie durante periodi di tempo molto lunghi.

# VIDEO # Cosa sono l'energia oscura e la materia oscura?