La foto della statua di Ramses II trovata nel fango

Le foto del recupero della statua di tremila anni trovata nel fango al Cairo. Era alta circa nove metri e potrebbe raffigurare il faraone Ramses II.

con_h_3.01814405_webrtx30s74rtx30sbprtx30sbqrtx30sfkrtx30sjqcon_h_3.01814403_webrtx30sh9rtx30sbgApprofondimenti
con_h_3.01814405_web

Un gruppo di archeologi egiziani e tedeschi ha recuperato, dalle acque fangose della periferia del Cairo, i resti di una gigantesca statua, un colosso, che potrebbe raffigurare Ramses II, un faraone che regnò sull'Egitto 3.000 anni fa (ve lo avevamo raccontato qui). Oggi la statua è stata finalmente recuperata e trasportata in una zona museale.

rtx30s74

La statua è stata trovata il 9 marzo in una fossa vicina a uno scavo archeologico nella località di al Matariyya: anticamente in questa zona sorgeva la città di Eliopoli, che fu abbandonata all’epoca del dominio romano sull’Egitto e saccheggiata nel corso dei secoli anche per costruire gli edifici medievali del Cairo.

rtx30sbp

Lo scavo in cui la statua è stata trovata è stato iniziato nel 2012 da una squadra di archeologi tedeschi diretti dal professore dell’Università di Lipsia Dietrich Raue. Il 13 marzo il torso della statua è stato recuperato in presenza di al Anani e dell’ambasciatore tedesco in Egitto, Julius Georg Luy.

rtx30sbq

Il ritrovamento è considerato uno dei più importanti avvenuti in tempi recenti.

rtx30sfk

Ramses II, anche conosciuto come Ozymandias (dalla trasliterazione in greco del nome del suo regno) fu il terzo faraone della diciannovesima dinastia e regnò per ben 66 anni, dal 1279 al 1213 a.C.. Espanse i confini del regno fino all'attuale Siria a est, e fino alla Nubia (l'attuale Sudan) a sud, e fece costruire a Eliopoli un tempio del Sole più grande persino di quello di Luxor, a Karnak, che fu poi distrutto in epoca greco-romana.

rtx30sjq

Se l'attribuzione sarà confermata, i frammenti del colosso in pietra del faraone - il busto, parti del volto e della corona - saranno esposti all'ingresso del Grand Egyptian Museum, che dovrebbe aprire a Giza nel 2018.

con_h_3.01814403_web

Un altro colossale frammento della statua, con parte del volto e dell'orecchio.

rtx30sh9

Secondo Raue, in fondo alla fossa dove sono stati trovati la testa e il torso della statua ci sono anche le gambe e il resto del corpo, ma probabilmente non sarà possibile recuperarli perché troppo vicini alle fondamenta degli edifici circostanti.

rtx30sbg

La piccola folla che si è assiepata per assistere al recupero della statua.

Un gruppo di archeologi egiziani e tedeschi ha recuperato, dalle acque fangose della periferia del Cairo, i resti di una gigantesca statua, un colosso, che potrebbe raffigurare Ramses II, un faraone che regnò sull'Egitto 3.000 anni fa (ve lo avevamo raccontato qui). Oggi la statua è stata finalmente recuperata e trasportata in una zona museale.