Chi ha rotto il naso alla Sfinge?

L’identità dei colpevoli rimane in parte ancora un mistero, anche se alcuni indiziati “eccellenti” sono stati nel tempo scagionati.

19665354_10156301773592195_6431879008194094609_n

Secondo un mito molto diffuso, responsabile della rottura del naso fu una cannonata sparata dall’esercito napoleonico durante la permanenza francese in Egitto, nel 1798. 


Tale ipotesi però non regge: esistono infatti delle raffigurazioni della sfinge già visibilmente mutilata risalenti addirittura al 1737, cioè molto prima che Napoleone e i suoi mettessero piede in terra egiziana.

 

BLASFEMA. Scartata la colpevolezza del celebre condottiero corso, rimangono in piedi altre tesi. Secondo la testimonianza di uno storico arabo risalente al XV secolo, l’atto sarebbe stato compiuto nel 1378 da un fanatico musulmano di nome Muham- mad Sa’im al-Dahr, che decise di distruggere l’opera perché la riteneva oggetto di idolatria.

 

Altri sostengono infine che il naso possa essersi staccato da solo per effetto dell’erosione dovuta ai violenti venti del deserto.

 


Nel nuovo Focus Domande & Risposte in edicola, da cui abbiamo tratto quest'anteprima, più di 250 domande che (forse) non vi siete mai fatti ma alle quali c'è una risposta scientifica. Sfoglia l'anteprima del numero.

 

11 Luglio 2017