Le tombe dei giganti in Cina

Gli scheletri di individui molto più alti della media odierna (e di quella del Neolitico) aprono interrogativi sulle condizioni di vita e alimentari nella provincia dello Shandong, 5.000 anni fa.

giganticina
Il riposo del gigante, negli scavi di Jiaojia. Accanto allo scheletro, i resti di vasellame.|Shandong University

Estremamente alti, non in assoluto ma per la media di 5.000 anni fa: gli scheletri di alcuni uomini di 1,8 e - almeno in un caso - 1,9 metri sono stati rinvenuti durante gli scavi archeologici nel villaggio di Jiaojia, nella provincia dello Shandong (sudest della Cina).

 

Ancora più alti. Le misure riguardano soltanto la struttura ossea, come spiegano gli archeologi della Shandong University, autori della scoperta. Da vivi, questi individui dovevano facilmente superare 1,9 metri: dei veri spilungoni per gli standard del Neolitico, ma fuori misura anche per quelli odierni.

 

Maschi a confronto. Nel 2015, l'altezza media di un 18enne nella stessa regione era di 1,753 metri, abbastanza vicino alla media nazionale, di 1,72 metri. Nonostante gli agi della modernità e la corretta alimentazione, i moderni abitanti della zona sono decisamente più bassi di quelli di 5.000 anni fa. A cosa si deve l'antica statura?

 

L'altezza effettiva di un corpo intero - e non di uno scheletro consunto - doveva essere anche superiore a 1,9 metri. | Shandong University

 

Le misure europee. In questa fase preliminare degli scavi - che ha riportato alla luce 205 tombe, 20 pozzi sacrificali e i resti di 104 abitazioni - e senza uno studio scientifico ancora pubblicato sulle scoperte, è difficile stabilirlo. La statura media per un uomo del nostro continente, nello stesso periodo, era di circa 1,65 metri.

 

Carne e verdura. Di certo la cultura Longshan a cui gli scheletri appartenevano godeva di una dieta variegata, grazie all'agricoltura, ma le ossa e i denti di maiale rinvenuti accanto ai reperti, insieme ai resti di vasellame, fanno pensare che la popolazione fosse dedita anche all'allevamento e non avesse problemi a rifornirsi di carne.

 

Un'esistenza agiata. Inoltre, gli individui più alti sono venuti alla luce nelle tombe più grandi, un dettaglio che sta ad indicare un rango sociale più elevato - e quindi un'esistenza più confortevole e una migliore salute.

 

Le rovine del villaggio di Jiaojia testimoniano la passata presenza di case con camere e cucine separate, un altro segnale di un'alta qualità della vita. Tuttavia questi elementi non sembrano rispondere a tutte le domande sull'altezza da record: ulteriori scavi forniranno forse le informazioni mancanti.

 

13 Luglio 2017 | Elisabetta Intini