7 stanze segrete "nascoste" all'interno di monumenti famosi

Quale miglior posto di un monumento visitato da milioni di persone, per nascondere una stanza segreta? Strano, ma vero: dalla Torre Eiffel al Monte Rushmore, fino alle cascate del Niagara, i luoghi più affollati di turisti custodiscono tutti un anfratto segreto.

libertaeiffelrushmorepadiglionerealeshutterstock_139761958trafalgarniagaraApprofondimenti
liberta

La Statua della libertà. Se l'avete visitata vi sarete accorti di non poter salire più in alto della corona. Ma non è stato sempre così: fino al 30 giugno 1916, i visitatori potevano accedere a una stanza nella torcia. Ma quando spie tedesche fecero esplodere un deposito di munizioni nell'isola di Black Tom, nei pressi di Ellis Island, la deflagrazione fu così violenta da proiettare i detriti contro il braccio della Statua della Libertà, rendendo il percorso alla stanza interna della torcia non più sicuro. E così la stanza venne chiusa.

eiffel

La Torre Eiffel. Quando Gustav Eiffel progettò la Torre più famosa del mondo, pensò bene di realizzare un appartamento segreto nel suo livello più alto, a cui potesse avere accesso solo lui o ospitare visitatori importanti. Recentemente l'appartamentino è stato aperto al pubblico, che viene accolto dalle statue di cera di Eiffel, di sua figlia Claire e dell’inventore Thomas Edison.

rushmore

Il Monte Rushmore. Il monumento con le sculture di 4 presidenti americani (da sinistra a destra: George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt and Abraham Lincoln) è uno dei punti di riferimento più riconoscibili degli Stati Uniti, ma pochi sanno che dietro il granito scolpito raffigurante la testa di Lincoln c’è una sala nascosta. Lo scultore Gutzon Borglum fu autorizzato a realizzare una sala nascosta che raccogliesse la storia degli Stati Uniti attraverso i documenti e altre memorabilia. Ma la sua morte prematura ha fatto sì che il progetto subisse uno stop, fino alla fine degli anni '90, quando la stanza segreta è stata completata con diversi pannelli di porcellana. Purtroppo è in un posto irraggiungibile e così per i visitatori resta ancora un mistero.

padiglionereale

Stazione Centrale di Milano.. Disegnato da Ulisse Stacchini e inaugurato nel 1931 per accogliere la famiglia Savoia, il Padiglione Reale della Stazione Centrale di Milano è ben più che una stanza: si sviluppa su 2 piani ed è costituito da due sale, quella Reale e quella delle Armi, unite da un importante e scenografico. Viene aperto soltanto durante le giornate del FAI quando è possibile ammirare i pavimenti intarsiati, mosaici e decorazioni marmoree recentemente restaurate. Dal padiglione si accede direttamente al binario 21, della stazione, un’area al di sotto dei binari ferroviari ordinari, dove oggi c’è Il Memoriale della Shoah di Milano.

shutterstock_139761958

L’Empire State Building. Il punto più alto del celebre grattacielo costruito durante la Grande Depressione è il piano 102, da cui si coglie la Grande Mela dietro robuste finestre, che garantiscono la sicurezza dei visitatori. In realtà però c'è un livello segreto ancora superiore, dove c'è un balconcino la cui unica protezione è una ringhiera: questo spiega perché il livello 103 non sia facilmente accessibile ai turisti.

trafalgar

Trafalgar Square, Londra. Nel 1926 il regno Unito fu attraversato da numerosi scioperi e manifestazioni. Per osservare le folle nella capitale in incognito (allora non esistevano le telecamere di sicurezza) la polizia londinese ricavò un piccolo ripostiglio in un lampione ornamentale della celebre piazza di Trafalgar Square. Al suo interno potevano stare due agenti. La piccola stazione di polizia aveva una linea telefonica per parlare direttamente con Scotland Yard e un lampeggiante per indicare una situazione di emergenza agli ufficiali di passaggio. Oggi la stazione viene usata come ripostiglio.

niagara

Le Cascate del Niagara. Chiudiamo questo giro del mondo tra i luoghi nascosti con un anfratto che non è proprio una stanza. I Seneca, un gruppo di nativi americani del nord America hanno ribattezzato caverna degli spiriti malvagi una cava nascosta nei pressi delle cascate più famose del mondo. Secondo la leggenda, la grotta fu chiamata così dopo che lo spirito maligno vi fu intrappolato. Ancora oggi, la leggenda della grotta si diffonde attraverso il passaparola, benché giudicando dai graffiti e dalla pletora di bottiglie di birra vuote, non tutti la prendono molto sul serio. O comunque se uno spirito c'è, è uno spirito molto socievole.

La Statua della libertà. Se l'avete visitata vi sarete accorti di non poter salire più in alto della corona. Ma non è stato sempre così: fino al 30 giugno 1916, i visitatori potevano accedere a una stanza nella torcia. Ma quando spie tedesche fecero esplodere un deposito di munizioni nell'isola di Black Tom, nei pressi di Ellis Island, la deflagrazione fu così violenta da proiettare i detriti contro il braccio della Statua della Libertà, rendendo il percorso alla stanza interna della torcia non più sicuro. E così la stanza venne chiusa.