Louisa May Alcott, la "mamma" di Piccole Donne

Chi era davvero Louisa May Alcott, la scrittrice americana autrice di Piccole Donne? Una grande donna che ha combattutto per l'abolizione della schiavitù e il diritto di voto per le donne. E che è stata anche un po' vegetariana estrema (ma per poco).

Se fosse ancora viva compirebbe oggi 184 anni, ma il nome di Louisa May Alcott (1832-1888), la scrittrice americana autrice di Piccole Donne è immortale come quello del suo autobiografico capolavoro (1868-1869), scritto solo in 3 mesi e con un tale successo da meritare 3 sequel. Indipendente e femminista come il suo alter ego letterario - la fiera Jo, eroina del suo romanzo - ma talmente legata alla famiglia d'origine da mantenerla per tutta la vita, amica di alcuni dei più importanti filosofi e poeti statunitensi (come Ralph Waldo Emerson e Henry David Thoreau) fu un'abolizionista (cioè una sostenitrice della soppressione della schiavitù nel suo paese) e del suffragio universale femminile. Non si sposò mai ma accudì come una figlia la nipote, dopo la morte della sorella. Cagionevole di salute, sviluppò nella sua cura contro il dolore una dipendenza da oppio.
Scorri la sua storia nelle foto di questa gallery