Marco Lanzetta o la miopia delle università

Ultimo intervento 03-19-2009, 19.41 di Efriel. 7 repliche.
Ordina interventi:
Vedi come RSS news feed in XML
  • 02-05-2009, 17.50

    Marco Lanzetta o la miopia delle università

    Ho visto poco fà,una trasmissione televisiva che presentauna una figura Splendida ;Il chirurgo Marco Lanzetta,il miglior chirurgo AL MONDO che riesce ad riattaccare o collegare le mani tranciate,o fare trapianti con mani di morti su un infortunatoche ha avuto la mano troncata da incidente. Egli è l'UNICO AL MONDO che riesce a fare queste operazioni.
    Ha lavorato,richiestissimo in Canada,in Russia,in Francia e altri paesi.....è ricercatissimo........ebbene,come italiano,con la nostalgia del suo paese (io la conosco,ho sofferto lo stesso....male...sehh) rientra in Italia e si mette a disposizione della università per insegnare al giovani chirurghi le varie tecniche del trapianto.ecc......EBBENE.............
    LO HANNO RIFIUTATO !!!! Ha ricorso al TAR e gli hanno fatto l'esame per ammetterlo all'insegnamento (bene prezioso) EBBENE LO HANNO,DI NUOVO, RIFIUTATO !! Motivazione:
    E' troppo bravo per fare insegnamento........sehhhhh...
    Sembra una storia Kaftiana...invece ..NO...è una storia italiana.dei smerdosi  baroni delle università e delle cliniche private che si fanno pagare fior di milioni per intervento,non certo all'altezza dei suoi.
    Infatti,lui ha aperto un centro clinico,a Monza mi pare,dove
    con un'equipe di chirurghi,entusiasti, operara senza farsi pagare ...anche agli iscritti asl..........Sehhhh.....
    Avete capito in che razza di paese abitiamo....dobbiamo tollerare queste "manovre "dei baroni ( e incapaci) delle universitàe &??
    pionier


    Quelli che s'innamorano di pratica senza scienza sono come il nocchiero che entra in naviglio senza bussola,che mai ha la certezza dove si vada,L.D.Vinci
  • 02-05-2009, 18.27
    299273 in risposta a 299240

    Re: Marco Lanzetta o la miopia delle università

    Sono i problemi creati anche dalla burocrazia sostenuta da carriere fondate su di essa e non sul merito personale....avvilente!

    Ciao

    Vilma


    Una nazione si corrompe quando si corrompe il suo linguaggio.
    Octavio Paz, Nobel 1990
  • 02-05-2009, 21.14
    299331 in risposta a 299273

    Re: Marco Lanzetta o la miopia delle università

     No Vilma
    la negazione (assurda) all'insegnamento del prof.Marco Lanzetta,è dovuta sopratutto perchè egli opera senza spellare (finanziariamente) i malati ed è un chirurgo a livello mondiale e questo offuscherebbe "l'aura" (sehhh) dei baroni delle università......sehhh..
    NON C'ENTRA NIENTE LA BUROCRAZIA,mi sembrava evidente........sehhhhh.........
    Sentirò se qualcuno ha qualcosa da dire su una situazione da....congo belga...sehhhh....
    Le università....che schifo......sehhhhh.....
    pionier

    Quelli che s'innamorano di pratica senza scienza sono come il nocchiero che entra in naviglio senza bussola,che mai ha la certezza dove si vada,L.D.Vinci
  • 03-18-2009, 16.35
    311798 in risposta a 299331

    Re: Marco Lanzetta o la miopia delle università

    pionier100:
     No Vilma
    la negazione (assurda) all'insegnamento del prof.Marco Lanzetta,è dovuta sopratutto perchè egli opera senza spellare (finanziariamente) i malati ed è un chirurgo a livello mondiale e questo offuscherebbe "l'aura" (sehhh) dei baroni delle università......sehhh..


    Con tutto il dovuto rispetto per il Professor Lanzetta, alla sua abilità come microchirurgo(che ci mancherebbe se mettessi in dubbio), è necessaria una precisazione: se per te 300 euro per sola visita, indipendemente dal problema che hai (visita che può durare 15 minuti) è fornire una prestazione senza 'spellare finanziariamente i malati', bè... spero che non tutti abbiano il tuo stesso concetto di denaro.
    Non so dove tu abbia letto questa stron*ata, perchè Lanzetta NON opera nè tantomeno da una consulenza gratuita.
    Parlo per esperienza personale, tra l'altro neanche così remota, visto che risale a 2 anni fa, proprio presso Monza. Se questo fatto di non prender soldi è un fatto che si è inventato da pochi giorni, poi, non so... ad ogni modo, torno a ripetere, il prof Lanzetta si paga, come è giusto che sia, ed è bene non mettere disinformazione gratuita.

  • 03-18-2009, 22.28
    311938 in risposta a 311798

    Re: Marco Lanzetta o la miopia delle università

    Il fatto che Lanzetta si faccia pagare ,e anche bene, non toglie nulla alla sua bravura.Voglio solo aggiungere due cose:Una,da quello che mi risulta il professor Lanzetta opera all'Ospedale S.Gerardo di Monza,avendo conosciuto, per motivi di lavoro un suo paziente operato proprio in questa struttura, ritengo l'informazione vera.Non conosco gli ostacoli al suo insegnamento e di solito sono più da attribuire alla burocrazia incapace che alla volontaà di presunti baroni,visto che anche lui ne fa parte, almeno è quello che appare qui a Monza.La seconda cosa non riguarda lui ma quello che fa.Il primo uomo ad avere una mano nuova, se la memoria non m'inganna, un australiano,ha chiesto e,sempre se la memoria non m'inganna,ottenuto, di amputare l'arto riattaccato.Come ho detto poco sopra, ho conosciuto un 'uomo a cui è stata attaccata una mano non sua...beh, io non la vorrei.Questo non perchè l'operazione che fa Lanzetta non vada bene, anzi, quello che fa è un mezzo miracolo,ma l'arto attaccato è palesemente estraneo,la grana della pelle, i peli la forma delle dita...Prima di incontrare questa persona,visto il lavoro"pericoloso" che svolgo in cui gli infortuni alle mani con tagli e amputazioni, sono nel "conto" avrei fattocartefalse per avere una mano nuova in caso di incidente e perdita della mia.Dopo averlo incontrato,no,forse,preferirei restare senza.Ma questo non c'entra con la capacità eccellente del professore Lanzetta.

    Efriel


    Angelous ael Sabastu
  • 03-19-2009, 0.33
    311965 in risposta a 311938

    Re: Marco Lanzetta o la miopia delle università

    Bene Efriel
    Io dichiaravo che il Prof Lanzetta operava con convenzione asl o gratis,non che non faceva pagare le visite.(mi sembra giusto)
    Il fatto che un grande chirurgo sia rifiutato dalle università...è una dimostrazione di quanto sia arretrata, meglio,retrograda la nostra università.
    La tua conoscenza diretta di un operato conferma i fatti (capacità chirurgica).
    Caro Efriel,tocchiamo ferro,ma se uno perde una mano......accetta anche una mano di...gorilla....basta poterla adoperare......sehhhh....
    Per lavoro,a me è capitato di farmi male ad una mano e,credimi,è terrificante operare sul lavoro,nella vita,con una sola mano.( la cosa bella era che non potevo firmare assegni...sehhh...)
    pionier



    Quelli che s'innamorano di pratica senza scienza sono come il nocchiero che entra in naviglio senza bussola,che mai ha la certezza dove si vada,L.D.Vinci
  • 03-19-2009, 11.30
    312066 in risposta a 299240

    Re: Marco Lanzetta o la miopia delle università


    Quale sia la causa reale del suo rifiuto non lo so, ma è una cosa veramente tristerrima non poter approfittare della disponibilità del prof. Lanzetta.
    In medicina, così come in altre discipline, arti e mestieri, il "passa parola" è fondamentale. Chi sa e chi sa fare, se vuole che i "progressi progrediscano", deve almeno tentare con tutto sè stesso di trasferire ai posteri le proprie conoscenze e abilità.
    Il prof. si mette a disposizione delle Università italiane e loro lo rifiutano! Che vi devo dì...è un vero Peccato.

    (Concordo con pionier sulla mano di scimmia...darà sì dei problemi ma ne risolve molti altri)
  • 03-19-2009, 19.41
    312332 in risposta a 312066

    Re: Marco Lanzetta o la miopia delle università

    Concordo con pionier sulla mano di scimmia...darà sì dei problemi ma ne risolve molti altri)

    permettetemi di dissentire........

    Ef


    Angelous ael Sabastu