Perché si dice "essere una iena"?

gabrielastaeblercorbis
© Gabriela Staebler/Corbis

Le iene (mammiferi che appartengono alla famiglia Hyaenidae) sono diffuse con quattro specie ormai soltanto in Africa e in Asia meridionale. La specie più comune è la iena macchiata (Crocuta crocuta), quella più presente anche nei documentari televisivi e dal comportamento più noto. In rapporto alla sua corporatura, è fornita di denti molto robusti e di un sistema digerente rapido ed efficiente. Tendenzialmente è carnivora, ed è in grado di mangiare in modo quasi completo (ossa e peli a parte) anche grossi erbivori, che caccia o che, raramente, “sottrae” ai grandi felini dopo che questi li hanno uccisi. Ad alcuni osservatori è quindi sembrato che le iene aspettassero sistematicamente la fine del pasto di altri predatori per nutrirsi dei resti della carcassa.
L'Africa selvaggia catturata dall'obiettivo del fotografo kenyota Anup Shah

C’è muso e muso
Inoltre, il muso della iena ha sempre la dentatura in evidenza, che conferisce a questo animale un’espressione di assurda ilarità, quasi che si facesse costantemente beffe della preda. Nell’immaginario popolare, questi due aspetti hanno reso la iena il simbolo di chi è pronto a colpire nel momento di maggior debolezza dell’avversario, senza saperlo affrontare a viso aperto. Nella realtà, spesso accade anche il contrario, cioè che siano i leoni a rubare alle iene le prede cacciate durante la notte. Se i leoni hanno fama di coraggio e dignità, dunque, è solo grazie al loro aspetto maestoso.
Natura selvaggia: le migliori foto dalla community

Scopri anche...
Modi di dire: quante ne sai? Fai il test
Perché si dice così? Tutte le domande e risposte sui modi di dire

13 Febbraio 2012

Codice Sconto

 

SCOOP!

 

Soggetti che non avreste mai pensato potessero diventare amici