Il più gigantesco dei dinosauri

È stato scoperto in Argentina un sauropode di dimensioni enormi: è forse l’animale più grande che abbia mai calcato la terraferma.

dinosauro
Patagotitan mayorum: un dinosauro erbivoro di enormi dimensioni.|G. Lio

Dopo la scoperta di ossa fossili, nel 2013, alcuni paleontologi argentini sono riusciti a ricostruire l’aspetto dell’animale a cui appartenevano. L’articolo che descrive il lavoro, pubblicato sulla rivista Proceedings of the royal society b (qui l'abstract, in inglese), presenta il più grande dinosauro terrestre, chiamato Patagotitan mayorum.

 

Dal punto di vista della classificazione è un sauropode titanosauride, appartiene cioè a un gruppo di dinosauri erbivori che popolarono la Terra nel Cretaceo, scomparendo con la maggior parte degli altri dinosauri circa 66 milioni di anni fa. Fossili di titanosauri sono stati trovati in tutto il mondo, dall’Argentina alla Spagna alla Cina.

Stirpe di giganti. Come suggerisce il nome, questi animali avevano dimensioni gigantesche, e il Patagotitan era forse il più grande di tutti: raggiungeva i 36 metri di lunghezza e i 14 di altezza, per un peso di 77 tonnellate. Secondo alcuni fu il più grande animale terrestre, anche se c'è chi, tra i paleontologi, ritiene che se la giocasse con altri dinosauri della stessa zona, come l'Argentinosaurus (che forse pesava di più), o il Dreadnoughtus. La massa è comunque molto lontana dal più pesante animale vivente del pianeta, la balenottera azzurra (Balaenoptera musculus), che raggiunge le 180 tonnellate.

 

Patagotitan mayorum, come gli altri sauropodi, era un erbivoro e faceva parte di un gruppo di dinosauri giganti endemici della Patagonia, che abitarono questa regione del Sud America tra 100 e 84 milioni di anni fa.

 

12 Agosto 2017 | Marco Ferrari