Gli uccelli mimetici scelgono dove posarsi

I singoli individui “sanno” come sono fatti, e scelgono il luogo migliore per scomparire dalla vista dei predatori.

caprimulgus
Un succicapre mimetizzato nel bosco autunnale: con molta attenzione riuscirete a vederlo. Ingrandisci l'immagine - Scopri dov'è|Project nightjar

Diverse specie di uccelli sono molto mimetiche: scompaiono, letteralmente, nel momento in cui si posano. Lo stesso accade per le loro uova e per il nido. Specie come alcuni pivieri, gli occhioni o i succiacapre sono praticamente invisibili quando si posano.

 

Una ricerca ha scoperto anche che i singoli individui scelgono accuratamente un luogo in cui posarsi che sia il più simile possibile al loro piumaggio. Lo studio, apparso su Nature Ecology and Evolution (qui l’abstract, in inglese), è stata effettuata su alcune specie dello Zambia, in Africa. Lo scopo di questo comportamento è, naturalmente, evitare di farsi vedere da predatori come la genetta del filmato qui sotto, ripresa con una telecamera sul nido di un succiacapre.

 

 

Osservarsi allo specchio? Secondo Martin Stevens, del Centre for Ecology and Conservation di Exeter, tra gli autori del lavoro, è come se ogni singolo uccello sapesse con precisione com’è fatto e quali sono le sue differenze con altri della stessa specie, e cerca accuratamente il luogo dove fermarsi o fare il nido.

 

Le implicazioni per l’evoluzione del camuffamento sono interessanti, sottolinea Claire Spottiswoode, delle università di Città del Capo e di Cambridge, perché non è solo questione di un graduale cambiamento di tutta la specie, ma anche del comportamento dei singoli individui, un fattore poco considerato nelle dinamiche evolutive.

 

10 Agosto 2017 | Marco Ferrari